La conoscenza precisa e puntuale di compiti, ruoli e responsabilità, nell?ambito della pianificazione e gestione della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, è un importante anello nel processo che può dare efficacia a qualunque politica di prevenzione aziendale.

Obiettivi

Fornire ai vari soggetti coinvolti dalla normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro una puntuale ed esauriente panoramica sulle disposizioni di settore al fine di individuare i compiti e le responsabilità di ogni singolo soggetto. Avendo il corso un taglio giuridico, oltre ad essere esaminate le imprescindibili linee teoriche delle disposizioni normative, verranno analizzate anche le decisioni giurisprudenziali che le hanno concretamente applicate e ciò per dare risalto al c.d. diritto vivente, ossia quello che quotidianamente viene applicato dai Giudici italiani. Particolare rilevanza, inoltre, verrà data alle sanzioni (penali ed amministrative) previste dal D.Lgs. n. 81 del 2008 e relativi meccanismi per la loro estinzione, e ai reati previsti dal codice penale riguardanti la sicurezza sui luoghi di lavori e ciò in un'ottica finalizzata a mostrare quali sono le pesanti responsabilità in cui incorrono i soggetti attivi della sicurezza. Per concludere, verrà analizzata la responsabilità degli enti, ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001, nei casi di omicidio colposo o lesioni colpose commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro, un tema certamente attuale e di decisiva importanza atteso che le sanzioni previste a carico dell'impresa responsabile possono essere, in alcuni casi, anche di natura interdittiva.

Programma del corso

- Analisi dell'evoluzione normativa in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro e relativo campo di applicazione;

 

- Gestione della prevenzione: compiti e responsabilità dei soggetti attivi della sicurezza (datore di lavoro, dirigente, preposto, responsabile del servizio di prevenzione e protezione, medico competente etc.) e possibile coinvolgimento, in sede giudiziaria, degli stessi lavoratori. Peculiarità in caso di appalto e subappalto;

 

- La delega di funzioni: requisiti, onere probatorio e limiti dell'esonero da responsabilità.   Esercizio "di fatto" di poteri direttivi senza una formale investitura;

 

- Disamina delle disposizioni riguardanti i cantieri temporanei o mobili e responsabilità del committente, del responsabile dei lavori e del coordinatore per la sicurezza;

 

- Disamina delle disposizioni riguardanti la protezione dei lavoratori esposti ad agenti fisici, a sostanze pericolose e ad agenti biologici;

 

- Le sanzioni penali e amministrative previste dal D.Lgs. n. 81 del 2008 e analisi dei meccanismi legislativi che consentono l'estinzione dei reati contravvenzionali;

 

- I reati in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro previsti dal codice penale: omissione colposa e dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro e reati di lesioni colpose ed omicidio colposo aggravati ove commessi con violazione della normativa di settore;

 

- La responsabilità degli enti (D.lgs. n. 231/2001) in materia di salute e sicurezza sul lavoro e rilevanza dei modelli organizzativi ai fini dell'esonero da responsabilità.

 

 

Docente: Dott. Nicola Bramante

 

Durata : 6 ore                      

 

Disponibilità :  Max 12 posti              

   

 

Teknè Sicurezza e Formazione sul Lavoro s.r.l. ©2005-2019
Piazza Ragusa 60, 00182 Roma — Tel: 06.7029563

Iscrizione Registro Imprese 36856/1999 - Capitale sociale: € 80.000,00 i.v. - P. IVA e C.F. 05683131006